Seleziona una pagina

Sintomi della malattia di Crohn

stomaco

Il morbo di Crohn colpisce ogni persona in modo diverso, e l’infiammazione associata al morbo di Crohn può interessare varie parti del tubo digerente a seconda dell’individuo. Spesso l’infiammazione si diffonde in profondità negli strati del tessuto del tratto gastrointestinale, che provoca cambiamenti nei movimenti intestinali e ostacola il normale assorbimento dei nutrienti.

Le aree più comuni colpite dal morbo di Crohn sono le ultime parti dell’intestino tenue e del colon. In alcune persone con malattia di Crohn, solo l’ultimo segmento dell’intestino tenue (ileo) è interessato. In altri, la malattia è confinata al colon (parte dell’intestino crasso).

I sintomi della malattia di Crohn possono variare da lievi a gravi a seconda di quali tessuti si infiammano e di quanto sia grave l’infiammazione. I sintomi di Crohn di solito si sviluppano gradualmente, ma a volte si manifestano all’improvviso con poco preavviso. È anche comune avere periodi di remissione, ovvero periodi in cui non si verificano segni o sintomi per diverse settimane o mesi. Purtroppo, dopo la remissione, la maggior parte delle persone con sintomi di esperienza, ancora una volta.

Secondo il Crohn’s and Colitis Foundation of America , quando è attivo il Crohn, i segni e i sintomi possono includere: Diarrea e feci molli – Le  persone con morbo di grado medio-moderato possono produrre 4-6 movimenti intestinali al giorno, mentre quelli con grave Crohn possono averne sei o più. La perdita di liquidi associata alla diarrea è un fattore di rischio per disidratazione, squilibri elettrolitici e altre complicanze. Gli esperti ritengono che la ragione frequente di diarrea nelle persone affette da Crohn sia dovuta al fatto che il loro intestino risponde all’infiammazione producendo sale e acqua in eccesso, il che travolge la capacità dell’intestino di assorbire abbastanza liquido da dare alla massa delle feci.

mal di stomaco

  • Crampi intestinali e dolore addominale –  L’infiammazione e l’ulcerazione possono influenzare il normale movimento dei contenuti attraverso il tratto digestivo e possono portare a dolori e crampi dei muscoli all’interno dell’apparato digerente. I muscoli all’interno delle pareti intestinali sono soggetti a spasmi quando si infiammano, il che provoca contrazioni che contribuiscono ai sintomi della malattia di Crohn che vanno dal leggero disagio al dolore intenso.

  • Nausea e vomito –  A volte il tessuto cicatriziale si forma all’interno del tratto intestinale che contribuisce al gonfiore e blocca parte dei canali dove normalmente passa il cibo. Questo può essere responsabile di dolori di stomaco, vomito, reflusso acido e riduzione dell’appetito.

  • Febbre e affaticamento –  Molte persone affette da morbo di Crohn presentano una febbre di basso grado, probabilmente a causa di infiammazione o infezione. Potresti anche sentirti stanco o avere poca energia, a causa della perdita di liquidi, malnutrizione, anemia e altri effetti dello sviluppo di carenze nutrizionali.

  • Sangue nelle feci –  Mentre il cibo si muove attraverso l’intestino infiammato, può aggravare il tessuto e causare sanguinamento. Potresti notare sangue rosso vivo nella tazza del water o sangue più scuro mescolato con le feci. È anche possibile avere sanguinamento all’interno del tratto gastrointestinale che non è visibile nelle feci ( sangue occulto ).

  • Ulcere in bocca-  L’infiammazione cronica può causare ferite aperte e sensazioni di bruciore nello stomaco, nell’esofago, nella bocca e nell’ano. Molto spesso le ulcere si formano nell’intestino tenue inferiore, nel colon e nel retto. Potresti avere ulcere in bocca simili alle afte. Questi sono spesso un effetto collaterale di un sistema immunitario che non funziona bene e un’infiammazione che si è diffusa ad altri tessuti.

  • Riduzione dell’appetito e perdita di peso –  Il dolore e i crampi addominali e la reazione infiammatoria nella parete dell’intestino possono influenzare sia l’appetito che la capacità di digerire e assorbire il cibo.

  • Malattia perianale –  Potresti avere dolore o vicino o attorno all’ano a causa di un’infiammazione da un tunnel nella pelle, che è chiamata  fistola. Le fistole causano connessioni anormali tra diversi organi e talvolta causano l’ingresso di particelle di cibo nel colon.

  • Altri segni di infiammazione –  È possibile sperimentare l’infiammazione della pelle, degli occhi e delle articolazioni, del fegato o dei dotti biliari. Altri sintomi correlati alla IBD possono includere calcoli renali, calcoli biliari, emorroidi, cartilagini anali della pelle, dolori articolari, eruzioni cutanee e anche un alto rischio di sviluppare il cancro del colon.

  • Ritardi nello sviluppo – Alcuni bambini che sviluppano il Crohn in giovane età hanno anche una crescita o uno sviluppo sessuale ritardato. Ciò è dovuto a disfunzioni del sistema immunitario e all’incapacità di assorbire una quantità normale di nutrienti vitali. Perdita di sangue e liquidi sono altri sintomi che possono causare complicazioni nei bambini con Crohn.