Seleziona una pagina

 

Segni di Crohn nell’esofageo

stomaco

La malattia di Crohn è una malattia infiammatoria del tratto gastrointestinale. Questa malattia cronica, dolorosa e debilitante colpisce qualsiasi sezione del tratto gastrointestinale, dalla bocca all’ano. La malattia di Crohn dell’esofago o dell’esofagite di Crohn si verifica in meno dell’1% dei pazienti. I sintomi includono disfasia, deglutizione dolorosa e bruciore di stomaco. I risultati endoscopici mostrano fistole e stenosi.

Disfasia

Il manuale Merck definisce la disfasia come difficoltà a deglutire associata all’impedimento nel trasporto di liquidi e solidi dall’esofago allo stomaco. L’infiammazione severa dell’esofago causa questo sintomo. La dispepsia porta alla malnutrizione e alla disidratazione. I sintomi della disfasia esofagea includono la sensazione di pressione nell’area del torace e la sensazione che il cibo sia bloccato in gola.

Deglutizione dolorosa

Il dolore con la deglutizione è un segno di esofagite di Crohn. L’infiammazione del rivestimento dell’esofago causato dalla malattia è responsabile di questo sintomo. Una persona avverte il dolore in alto nel collo o in basso dietro lo sterno. MedicineNet differenzia il dolore associato all’odilofagia o alla deglutizione dolorosa come una forte sensazione di spiacevole compressione e bruciore. L’odinofagia limita l’assunzione adeguata di cibo e liquidi. Malnutrizione e disidratazione sono possibili conseguenze.

Bruciore di stomaco

mal di stomaco

Il bruciore di stomaco è un sintomo di infiammazione associata a esofagite di Crohn. Il bruciore di stomaco si riferisce alla sensazione di disagio al torace o bruciore. La causa è il reflusso di acido gastrico nell’esofago. Danni all’esofago dovuti all’infiammazione cronica interferiscono con la normale funzione di prevenzione del reflusso.

Risultati endoscopici

L’esame endoscopico rivela risultati simili degli effetti della malattia di Crohn sull’esofago come sulle altre parti del tratto gastrointestinale. Sono visibili le stenosi o il restringimento del lume dell’esofago. L’infiammazione causa una restrizione all’interno dello spazio tubulare dell’esofago. Le fistole, che sono causate dall’indebolimento del rivestimento a causa dell’infiammazione cronica, sono visibili nell’esofago. In un articolo sull’American Journal of Gastroenterology, James C. Rholl, MD scrive che le fistole esofagee associate alla malattia di Crohn sono rari. Il passaggio più comune delle fistole esofagee è la trachea e le vie aeree dei polmoni.