Seleziona una pagina

Dieta specifica per la malattia di Crohn e un piano di trattamento naturale

Il trattamento naturale della malattia di Crohn comporta una serie di cambiamenti scientificamente provati da applicare al proprio stile di vita e alla propria dieta. Ecco alcuni dei migliori modi in cui ti consiglio di iniziare a guarire il tuo corpo e migliorare i sintomi della malattia di Crohn, iniziando con l’apprendimento di quali cibi sono ideali per chi soffre di Crohn.

Dieta

cena

L’Istituto nazionale di diabete, malattie digestive e renali afferma che i medici raccomandano diversi tipi di piani dietetici specifici per aiutare a controllare i sintomi di Crohn. Questi includono:

  • Diete ipercaloriche

  • Diete senza lattosio (rimozione di prodotti caseari)

  • Diete a basso contenuto di grassi

  • Diete a basso contenuto di fibre

  • Diete a basso contenuto di sale

Il tipo di dieta che funziona meglio dipende dalla capacità di digerire e assorbire minerali, batteri, grassi, fibre e alcuni tipi di carboidrati. Le persone con Crohn reagiscono in modo diverso a questi gruppi di alimenti a seconda del tipo di farmaco che assumono, del loro livello di infiammazione intestinale e della misura in cui producono o non producono diversi enzimi digestivi.

  • Evitare alcuni cibi   Le sensibilità alimentari variano da paziente a paziente, ma comunemente includono cibi piccanti e fritti, cibi raffinati come pane bianco e pasta, bevande gassate, alcol e caffeina. Anche i prodotti di grano (glutine), i cereali come il mais e l’avena, i latticini, il maiale, le cipolle e il lievito tendono a peggiorare i sintomi di Crohn. Una ricerca pubblicata in Gastroenterologia ed epatologia mostra che una dieta a basso contenuto di grassi e fibre (nota come dieta LOFFLEX ) tende ad essere altamente efficace nel trattamento di Crohn, con alcuni studi che hanno scoperto che fino al 60% dei pazienti va in remissione entro 2 anni.

patatine fritte

  • Segui una dieta curativa   Se soffri di Crohn, ti raccomando caldamente di seguire la dieta Healing Foods, che diminuisce l’infiammazione (l’obiettivo dietetico n. 1 con il Crohn), alcalina il corpo, abbassa la glicemia, elimina le tossine e ottimizza l’apporto di nutrienti. Cambiare e migliorare la vostra dieta è una delle cose più importanti, controllabili e naturali che potete fare per migliorare l’infiammazione associata alla malattia di Crohn. La dieta degli alimenti curativi consiste nel consumo di quantità approssimativamente uguali (33% ciascuno) di fonti proteiche pulite, grassi sani e carboidrati a basso indice glicemico nelle forme di frutta e verdura.

  • Limitare i prodotti lattiero-caseari –  Molte persone con Crohn scoprono che i problemi gastrointestinali come diarrea, dolore addominale e gas migliorano quando limitano o eliminano i latticini. Alcune persone sono anche intolleranti al lattosio, il che significa che non possono digerire lo zucchero del latte (lattosio) nei prodotti lattiero-caseari. E mentre il lattosio contenuto nei formaggi non ha dimostrato necessariamente di peggiorare il Crohn, il contenuto di grassi può provocare infiammazione.

cappuccino

  • Fai attenzione ai cibi ricchi di fibre, compresi frutta e verdura crude –  Per alcune persone che soffrono di Crohn, consumare grandi quantità di fibre, specialmente da frutta e verdura crude, può essere troppo difficile da gestire per i loro sistemi compromessi. Tuttavia non saltare la frutta e le verdure, basta mangiarle cotte quando possibile. Alcuni malati di Crohn hanno problemi con gli alimenti della famiglia dei cavoli (broccoli, cavolfiori, cavoli, ecc.), noci, semi, mais e popcorn. Tenere un diario alimentare può aiutarti a vedere cosa funziona e cosa no per il tuo caso particolare di Crohn. In questo modo non eliminerai inutilmente un alimento sano (ad esempio i broccoli) nella dieta del morbo di Crohn se non ne hai davvero bisogno.

  • Aumentare l’assunzione prebiotica    Consumare più prebiotici, una speciale forma di fibra alimentare che promuove la crescita di batteri sani (probiotici) che combattono i batteri cattivi, è un’idea intelligente per le persone affette da morbo di Crohn. I cibi prebiotici includono cose come asparagi, banane, miele e avena, tutti ottimi integratori della dieta contro la malattia di Crohn. Tuttavia, poiché i prebiotici sono un tipo di fibra, è importante monitorare l’effetto che producono. Se particolari cibi prebiotici, o cibi ricchi di fibre, stanno peggiorando i sintomi, provate altri cibi fino a quando non trovate quello che va bene per voi.

  • Mangia pasti più piccoli    Se vuoi evitare una riacutizzazione della malattia di Crohn, è meglio smettere di sovraccaricare il tuo corpo con pasti sovradimensionati. Mangiando pasti più piccoli si mette meno stress sul tratto gastrointestinale, il che può aiutare a ridurre alcuni sintomi di Crohn come gonfiore, gas e crampi. Puoi provare a mangiare pasti più piccoli più spesso durante il giorno, piuttosto che 2-3 pasti abbondanti, per aiutare con l’assorbimento dei nutrienti, migliorare l’energia e controllare i sintomi.

  • Bere liquidi a sufficienza – È possibile perdere una quantità elevata di liquidi a causa della frequente diarrea. Assicurati di bere almeno 226 gr. di acqua al giorno. Le tisane senza caffeina, il brodo di ossa e il kombucha sono anche buone scelte, poiché non solo forniscono acqua, ma anche elettroliti, amminoacidi e probiotici.